L'isola che non c'è

Pedoni: 1 - Corso Migliaccio: 0
Anche quest'anno l'hanno spuntata i pedoni... il Corso diventerà isola pedonale. I pedoni potranno camminare a quattro a quattro, in rigorosa fila parallela anziché in fila indiana, senza l'intralcio delle macchine. Pensandoci, nulla di male: tanto sarà per poche ore al giorno, dalle 20:30 in poi, quando il traffico comunque è inferiore. Ma ripensandoci meglio, cosa cambia rispetto al solito?

I pedoni spadroneggiano bellamente sul Corso da anni, e le SCALE non hanno fatto altro che accentrare ulteriormente un fenomeno già evidente. Tralasciando strampalate soluzioni come imporre il senso unico, deviando il traffico su percorsi alternativi (come l'anno scorso, per le vie della CASTAGNARELLA, fortunatamente il tutto abolito a furor di popolo in un week-end, pochi giorni dopo l'istituzione...), imponendo tra l'altro opinabili inversioni di sensi unici (la prima parte di via Machiavelli, col rischio di provocare incidenti causati dall'abitudine), cosa si può fare? Formuliamo una proposta (forse utopica), per le ore diurne nei periodi di festa, così non ci si taccerà di disfattismo, cercando di accontentare pedoni, autisti e commercianti: transennare una parte del corso e abolire temporaneamente la rotatoria all'ex semaforo. Spiego meglio... Guardando il PASSEGGIO nelle ore di punta (in particolare la sera), ci si accorge che esso tende ad "allargarsi" nella zona compresa tra l'ex Liceo Scientifico e il Bar dell'albero. Allora, perché invece di chiudere l'INTERO corso (facendo spostare varie decine di auto), o farlo a senso unico, non si fanno spostare le auto dalla sola zona indicata, transennando lo spazio dalla parte delle scale per la larghezza di un auto (o poco più), e si educano i pedoni (che sono soggetti al Codice della Strada come tutti, art. 190...) a stare al di quà delle transenne? I giovani avrebbero il loro posto in cui strusciarsi senza dover fare slalom tra le auto, il traffico circolerebbe più fluido e ci sarebbe comunque spazio dal lato opposto per una SOSTA (non parcheggio fisso...) temporanea, se uno deve andare a prendere qualcosa nei negozi presenti. E questa è una parte della proposta... la seconda riguarda l'ex semaforo. Ciò che fa bloccare il traffico sul Corso, più di qualsiasi altra cosa, sono i SALISCENDITORI di professione (tra cui a volte mi annovero ;-) ). Salgono dal Corso a 2km/h, arrivano all'ex semaforo, e si mettono in coda per girare e tornare indietro a reimbottigliarsi... se si imponesse temporaneamente che chi sale dal Corso può solo salire a S.Marco o andare al PIANO, si eliminerebbe molto del collo di bottiglia... certo, poi forse ci sarebbe chi si lamenterebbe (come già succede...) di qualche esagitato emulo di SCHUMI che riesce a stirare 6 marce nello spazio compreso tra l'ex semaforo e la Carime, nella fretta di salire per girare e tornare ad andare a 2km/h sul Corso... Ma contro la demenza, nulla si può... Palla a voi, il Forum attende i vostri commenti, o proposte alternative: sappiamo di essere sorvegliati speciali dal Comune, ormai, quindi le leggeranno di sicuro...